Skip to content

Gran Galà di Capodanno

31 Dicembre 2018, ore 21.30

La Compagnia Teatrale “VOLTI ANONIMI” presenta

PAUTASSO ANTONIO. ESPERTO DI MATRIMONIO

due atti comicissimi di Amendola & Corbucci

REGIA:  Danila Stievano 

BRINDISI DI MEZZANOTTE

…e la serata prosegue

PROGRAMMA DELLA SERATA

dalle ore 20.45: accoglienza in Teatro

 (possibilità di parcheggio interno, non custodito, con ingresso da V. Viriglio 14/a fino ad esaurimento dei posti disponibili)

ore 21.30 inizio dello spettacolo

ore 24: BRINDISI DI MEZZANNOTE

(Spumante, panettone, pandoro, pasticcini,….)

PROSEGUIMENTO DELLA SERATA

con l’animazione degli attori della Compagnia

BIGLIETTERIA

FINO AL 16 DICEMBRE:                                                           

Ingresso unico:                                       45,00 €

Ridotto ragazzi fino ai 15 anni:              15,00 €

DAL 18 DICEMBRE:                                                         

Ingresso unico:                                       50,00 €

Ridotto ragazzi fino ai 15 anni:              15,00 €

I biglietti, tutti numerati, si possono acquistare presso la cassa del Teatro, nei negli orari di apertura della biglietteria, oppure on-line.

TRAMA DELLA COMMEDIA

La Compagnia propone quest’anno un grande classico del teatro piemontese che divenne anche uno dei cavalli di battaglia di Erminio Macario.

L’avvocato Pautasso perde tutte le cause, vive con la domestica Teresa innamorata di lui, ma non corrisposta, aiutato da un praticante imbranato e succube della contessa madre.­­­­­­­­­­­­­­­­­­­ Lo studio è stravolto dall’arrivo della bella Margherita, che imprimerà all’ambiente nuova vitalità. La storia piena di comicissimi personaggi, regalerà il lieto fine..o quasi!

Nella Commedia i dialoghi sono parte in  piemontese e parte in italiano. Il Gruppo ha scelto di mescolare  la lingua piemontese all’italiano  per avvicinare al Teatro Piemontese chiunque sia radicato da anni nel tessuto sociale locale. Questa è la strada che  VOLTI ANONIMI sta percorrendo per custodire e divulgare la memoria della lingua, del costume e delle tradizioni locali, anche fuori dall’ambito regionale dove la Compagnia è stata invitata più volte.