Skip to content

MARITO E MOGLIE (OSSIA: CANI E GATTI)

Tre atti comici di Eduardo Scarpetta

17 Marzo 2018 ore 21

Compagnia teatrale “I Melannurca”

Lo Spettacolo

Il fresco matrimonio di Gemma e Felice è turbato dall’eccessiva gelosia di lei che logora, senza tregua, il rapporto, creando in casa un’atmosfera di continua tensione. I due decidono di mettere al corrente dei loro litigi i genitori di Gemma: Ferdinando e Virginia. Questi, venuti a sapere della possibile separazione, decidono di fingersi “cani e gatti” e litigare continuamente per dimostrare alla coppia come l’acredine possa minare le basi stesse dell’unione, distruggendone l’armonia.

Tra risse verbali vere o fasulle si inseriscono vari personaggi: Luigino, che vuole sposare Fifì sempre accompagnata dal padre Don Michele Polpetta; Donna Margherita, corteggiata da Camillo ma che fa gli occhi dolci a Don Ferdinando; Vittorio e il suo tic molto eloquente e sua moglie Amalia strabica; infine i camerieri dispettosi; Sisina, Pasquale e Bettina.

La farsa, che ha una solida cornice di leggerezza, scandaglia le dinamiche universali dei sentimenti unite alle problematiche del rapporto di coppia attraverso una galleria di personaggi pittoreschi e giochi di parole resi impareggiabili dalla vivace cadenza partenopea.  Una pièce via via sempre più esilarante, con un susseguirsi di equivoci e situazioni imbarazzanti fino ad un epilogo di “apparente” armonia familiare.

 

Commedia comica di Eduardo Scarpetta, sorprendentemente la più attuale dopo oltre un secolo. Fu rappresentata per la prima volta nel lontano 1901 ed è doveroso dire che l’autore, come di consueto, ha creato questa Farsa, ispirandosi ad alcuni originali francesi di Alexandre Bisson come “Les surprises du divorce” (1888), “Les erreurs du mariage” (1896) e soprattutto, “Jalouse” (1897).

Eduardo de Filippo ne fece una sua riduzione e la portò a Roma al Teatro Eliseo nel 1970. La versione cinematografica del 1952 ebbe protagonista Titina De Filippo a fianco di Umberto Spadaro.

Ed è nel pieno rispetto dello spirito del testo originale, che il copione è stato riadattato e riscritto con tempi comici più serrati, conservandone la verve dell’autore.

La Compagnia

I Melannurca continuano un cammino iniziato anni or sono, la sfida è il loro obiettivo la mela annurca, tipico frutto campano, è il loro simbolo. Interpreti in teatro di grandi autori napoletani: Eduardo de Filippo, Raffaele Viviani, Eduardo Scarpetta, Gaetano e Olimpia Di Maio.

Tra i recenti lavori, sempre accolti favorevolmente dal pubblico che dalla critica, ricordiamo spettacoli di varietà e storici: “Prima e dopo Filumena Marturano” “Polvere di stelle” “Dalla parte dei briganti” e le commedie “L’Ultimo scugnizzo” di Raffaele Viviani, “Madama Sangenella” di Eduardo Scarpetta, “Arezzo 29…in tre minuti” di Gaetano e Olimpia Di Maio “Napoli Milionaria!” di Eduardo De Filippo e Miseria e nobiltà e Il Medico dei pazzi di Eduardo Scarpetta.