Skip to content

CAVIALE & LENTICCHIE

25 FEBBRAIO 2017 ore 21                      

Compagnia “Gambrinus”

CAVIALE & LENTICCHIE

3 atti di Scarnicci e Tarabusi nella brillante versione di Nino Taranto

 

 

Lo spettacolo

Caviale e lenticchie  è una brillante commedia  scritta nel 1956 e divenuta molto popolare, tanto da esserne messa in scena una versione con Nino Taranto che ebbe molto successo e che divenne un suo cavallo di battaglia. Sempre con Nino Taranto ne venne fatta una versione televisiva ripresa al Teatro Valle di Roma

Liborio Lamanna convive con i figli Fiorella e Filippo, con sua sorella Caterina e con la sua compagna Maddalena, donna disillusa ed amareggiata che sfoga nel sarcasmo le sue frustrazioni.

Il protagonista, per sfamare e mantenere la famiglia non si è inventato di meglio che intrufolarsi in banchetti e cerimonie, fingendosi un invitato, per poi allontanarsene dopo avere fatto incetta di bevande e cibarie da rivendere alle varie osterie della zona. Egli si serve del furbo Vincenzo, che fa la corte a donna Maddalena che però non ricambia. Un giorno la famiglia si vede arrivare a casa un vecchio bersagliere, che darà vita a diverse gag. Liborio mette in atto un imbroglio, spacciandosi per ricco fonderà  un comitato benefico, nel quale coinvolge, con inganno, la facoltosa Donna Agnese ed il Barone Chioccia.

Scopo del comitato è quello di aiutare le persone meno fortunate e tra le famiglie da aiutare, al primo posto, ha furbamente individuato la propria.

Per una serie di equivoci Liborio, suo malgrado, sarà costretto a far credere al comitato che Vincenzo sia il marito di Maddalena, dando così origine ad intrecci e colpi di scena in un’ esilarante chiave comica…

 “Caviale e lenticchie“, titolo come metafora di una condizione sociale nell’Italia degli anni cinquanta, di chi cerca di sopravvivere alla miseria ricorrendo a furbizie, fantasia ed espedienti vari.

Liborio Lamanna ne è un tipico esempio: dotato di naturale capacità oratoria e di stringente dialettica, apprezzato e rispettato per la sua innegabile intraprendenza ed inventiva tutta napoletana, maestro nell’arte dell’arrangiarsi.

 

 

 

La Compagnia

È dal 1980 che il Dopolavoro Ferroviario di Torino promuove tra le sue attività culturali quella teatrale, costruita attraverso una propria compagnia.  La compagnia teatrale del Dopolavoro Ferroviario di Torino (DLF), che oggi porta il nome “Gambrinus”, è nata dall’amore dei suoi componenti per il teatro napoletano e per i suoi grandi interpreti, primo fra tutti l’ineguagliabile Eduardo De Filippo.                                                                                                                                                          Nel corso degli anni sono state messe in scena e rappresentate diverse commedie del teatro classico napoletano.